Cercare

Accoglienza / Dove investire? / Kef / Perché El Kef ?

A-AA+

Perché El Kef ?

Bookmark and Share
Ritorno

Mappa Kef

Cyberparchi Università Sportello Unico dell'APII Zone di Sviluppo Regionale Secondo Gruppo

Un’economia principalmente agricola

Il Governatorato d’El Kef è essenzialmente agricolo e miniero. In effetti, le terre agricoli sono vaste e fertili (491 000 ettari di cui 116 000 di foreste e percorsi e 16 000 ha di perimetri irrigati) e le risorse idrauliche sono abbondanti (349 milioni di m3 mobilitati da numerose dighe e laghi di cui 202 milioni di m3 mobilitati dalla diga Mellegue). Questo ha permesso al Governatorato di contribuire alla produzione agricola nazionale di 12 % per i cereali, 8,4 % per i prodotti forestali, 6,8% per la carne rossa e 3% per la produzione del latte.

A causa delle sue ricchezze agricoli e miniere, l’attività industriale della regione è dominata dall’industria agroalimentare e dalle industrie di materiali di costruzione che costituiscono le principali attività industriali del Governatorato.

Il Governatorato conta 50 unità industriali (impiegando 10 persone e più) di cui 4 unità totalmente esportatrici e 6 imprese straniere. Queste unità operano nei settori dell’industria, dei servizi, dell’agricoltura e del turismo.

Il potenziale miniero del Governatorato d’el Kef si concentra essenzialmente nella miniera di Bougrine. L’apertura di questa miniera ha permesso di aumentare la produzione di minerali metallici non ferrei (86 450 tonnellate di cui 76 560 tonnellate di zinco e 9 800 di piombo) e d’aumentare le quantità estratte.

ll settore turistico rimane sotto sfruttato malgrado l’esistenza di diversi siti archeologici (il tempio delle acque, la Tavola di Giugurta, la sinagoga, il monumento storico el Kasbah, la Médina del Kef...) e numerose ricchezze naturali (foreste di Nebeur e Sakiet Sidi Youssef). Una volta valorizzati, questi elementi permetteranno di promuovere il turismo culturale ed ecologico nella regione.

Il settore dell´artigianato è caratterizzato dalla produzione di numerosi prodotti (tappeti, coperture, mantelli tradizionali) che riflettono la specificità della regione. È stato consolidato recentemente dalla sistemazione della cittadina artigianale del Kef.

Un’infrastruttura in sviluppo

Il Governatorato d’el Kef dispone :

  • di una rete stradale abbastanza densa che permette di collegare il Governatorato con le grandi città e principalmente Tunisi che è a 2 ore di strada.

  • di una ferrovia che assicura il trasporto delle merci e dei viaggiatori (El Kalâa El Khasba- Djrissa- El Kef-Tunisi).

  • di un cyberparco, di una capacità d’accoglienza di 30 responsabili, permettendo d’accogliere le imprese e i promotori che esercitano nel campo delle TIC.

  • di un Vivaio d’imprese che assicurano il drenaggio, l’orientamento e l’assistenza dei nuovi promotori dalla messa in disposizione dei locali, del materiale informatico, della connessione internet...

Il Governatorato è servito dal’Aeroporto Internazionale di Tabarka che è a 120 Km d’El Kef.

La regione conta anche numerose zone industriali disponibili e sistemate per accogliere i nuovi progetti.

Risorse umane disponibili

Il mercato del lavoro dispone di risorse umane qualificate grazie alle istituzioni d’insegnamento Superiore esistente nella regione che sono in rapporto con le specialità Economiche della regione e di cui il numero è in perpetua evoluzione.

Queste istituzioni sono :

El kef conta anche 5 centri pubblici e 14 centri privati di formazione professionale (capacita d'accoglienza di 1370 posti). Le principali specialità di formazione proposte nei centri sono: la meccanica agricola, l'elettromeccanica, l'elettricità d'equipaggiamento industriale, la falegnameria d'aluminio, la meccanica di precisione, l'informatica, il taglio e la sartoria …