Cercare

Accoglienza / Dove investire? / Siliana / Perché Siliana ?

A-AA+

Perché Siliana ?

Bookmark and Share
Ritorno

Mappa Siliana

Cyberparchi Università Zone di Sviluppo Regionale Secondo Gruppo

Potenzialità agricoli e industriali considerevoli

L'economia locale della regione è basata essenzialmente sul settore agricolo. In effetti, le terre agricoli utili stimate a 431 100 ha sono ripartite tra i perimetri irrigati (16700 ha), i grandi campi cerealieri al Nord e le piccole gestioni arboricoli, cerealiere o campi da foraggio del Centro e del Sud basate sull’allevamento estensivo nelle montagne. Da ciò, il Governatorato contribuisce alla produzione agricola nazionale per una media annua di 4,7% ripartita tra i cereali (260,0 mila tonnellate), le olive (52 mila tonnellate), la carne rossa (13,8 mila tonnellate), il latte (21,2 mila litri) e la carne di pollame (520 tonnellate).

Il settore industriale regionale si caratterizza con tre settori importanti :

  • L'Industria agroalimentare (imbottigliamento d’acqua minerale, unità di fabbricazione di alimenti concentrati per bestiami, unità frigorifeche, oleifi...)

  • Il tessile (impianto di numerose imprese straniere esportatrici nella regione).

  • L'Industria dei materiali di costruzione con 5 cave di marmo.

In effetti, il Governatorato possiede importanti potenzialità in prodotti di cave soprattutto le pietre marmoree, l’argilla, la marna e la sabbia industriale. Da segnalare l’interesse portato dai gruppi industriali stranieri ai siti geologici di Jama (gestione delle materie prime necessarie alla fabbricazione del cemento e clinker) e i siti di Sidi Brahim, Ain El Beidha e Kef Bouja proposti per la gestione delle materie prime necessarie alla fabbricazione di prodotti come: mattonelle, quadrettini di ceramica...

Il tessuto industriale della regione comprende 280 imprese in attività e impiegando 7500 persone. La regione comprende anche 17 imprese totalmente esportatrici e 19 unità industriali a partecipazione straniera (Italiana, Tedesca e Giapponese) che operano nei settori dell’industria, dei materiali di costruzione del tessile, dell’agroalimentare e delle industrie diverse.

La regione è famosa anche dai suoi siti storici ricensiti dagli specialisti a livello di 1800 siti dalla più lontana epoca preistorica fino all’epoca islamica. I siti storici più celebri delimitano il “circuito di Annibale”: Zama (Siliana), Musti (il Krib), Maktharis (Makthar), e altri nomi meno pittoreschi che si situano nei dintorni di Kesra, Bouarada e Bargou.

Ain Dhab culla della speleologia in Tunisia, rappresenta uno dei siti più famosi con il suo stato naturale. La maggior parte degli speolologi la considerano come una delle più belle grotte nel mondo. Da notare anche, che più di 80% delle grotte naturali della Tunisia si trovano nel governatorato di Siliana e precisamente a Jbel Essarj e Jbel Kesra.

Il settore artigianale è composto di 20 unità e un effettivo di 4800 carte professionali. La Fabbricazione di tappeti tradizionali è preponderante con una produzione annua dell’ordine di 3400 m².

Un’infrastruttura in sviluppo

L’infrastruttura del Governatorato è composta di :

  • una rete stradale composta di strade nazionali che collegano il Governatorato con le grandi città eessenzialmente la capitale (127 km cioè 1h30 di strada)

  • una ferrovia collegando la regione con Tunisi

  • un cyberparco di una capacità di 50 responsabili, attrezzato da retex di Telecomunicazioni moderne che permettono d'accogliere le giovani imprese che operano nel campo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC).

  • un vivaio d'imprese impiantate all’ISET che assicurano l’assistenza e il patrocinio dei nuovi promotori per la creazione delle loro imprese.

Il Governatorato è servito da l’Aeroporto Internazionale di Tabarka che è a 134 km da Siliana.

La regione conta anche numerose Zone industriali disponibili e sistemate per accogliere i nuovi progetti.

Risorse umane disponibili

Il mercato dell’impiego regionale è in evoluzione continua. Ciò è consolidato dall’impianto di due istituzioni d’insegnamento superiore:

La regione conta anche 6 centri pubblici di formazione professionale e 5 centri privati che hanno una capacità d'accoglienza globale di 1900 persone. Questi centri permettono di formare tecnici nelle specialità relative all’agricoltura, la burotica, l'elettricità, la meccanica, l'elettronica e l'artigianato.